Tour e Concerti

Il sistema GSL avvolge la folla di Electric Daisy in una "coperta di suono".

1/3
2/3
3/3

Ogni anno, il Las Vegas Motor Speedway si trasforma in un villaggio di musica dance elettronica costituito da più palchi di musica live, bancarelle di merchandising e street-food di ambulanti per gli oltre centomila appassionati festaioli che accorrono a celebrare i più diversi stili elettronici durante la tre-giorni dell'Electric Daisy Carnival (EDC).

Per l'undicesimo anno di fila, 3G Productions di Las Vegas è stato il fornitore dei tre più grandi palchi dell'autodromo, Cosmic Meadow, Kinetic Field e Circuit Ground. Julio Valdez, senior system engineer per 3G Productions, ha richiesto sistemi d&b audiotechnik per l'amplificazione di ognuno dei tre più importanti palchi del festival EDC.

"Per questo evento bbiamo montato in totale più di settecentocinquanta sistemi d&b audiotechnik, tra i quali anche  il nuovo sistema GSL," spiega Valdez. "Ogni palco richiede una gittata di almeno 150 metri, un obiettivo per niente scontato, dato il clima desertico di Vegas. Quando l'umidità scende al cinque per cento, o meno, coprire la distanza alle frequenze acute rappresenta una vera sfida. Serve una grande conoscenza dei sistemi che stai usando per poterli spingere fin dove serve, utilizzando i delay necessari ad aumentare la gittata della "coperta di suono". La nostra esperienza di utilizzo con i sistemi d&b audiotechnik è sempre stata davvero eccezionale."

Valdez ha utilizzato il sistema GSL della Serie SL per il palco Cosmic Meadow, il primo che il pubblico incontra sulla strada dall'entrata principale. Questa applicazione ha rappresentato l'impiego di maggior quantità mai realizzato nel mondo fino a quel momento.

"La suite software d&b governa l'intero utilizzo del sistema GSL, dal planning alla modellazione al controllo, il ché rende molto più facile il nostro lavoro di adattamento alla totale mancanza di umidità nell'aria," spiga Valdez. "Il risultato pratico è che abbiamo potuto coprire i primi 60 metri senza ricorrere ai delay, un vero salvavita per noi, visto che era assolutamente vietato posizionarli sul manto erboso."

1/3
2/3
3/3

Un set di due torri con array sospesi, ognuna composta da dieci sistemi GSL12 e due GSL8, più due SL-SUB in ground-stack, hanno servito con omogeneità di copertura  un'area di ascolto lunga 150 metri, e larga 180.

Sul palco Kinetic Field, Valdez ha utilizzato il pluri-collaudato sistema Serie J. "Un po' come sul Cosmic Meadow, anche qui dovevamo coprire un'area di 150 metri di profondità, ma in questo caso con una larghezza di addirittura 213 metri! In aggiunta al PA principale, qui abbiamo montato quattro array come primo fronte delay, e sistemi Serie V nel secondo fronte delay. È una soluzione che avevamo già sperimentato l'anno scorso, con gli stessi ottimi risultati: ovunque tu fossi, niente da dire, suonava alla grande."

Valdez ha rinforzato la gamma grave con stack di B22-SUB sotto ogni torre delay, pilotati anch'essi, come il resto del setup, con amplificatori d&b D80. A questo proposito, annota Valdez "anche alle temperature desertiche, i D80 possono essere spinti a tutta potenza senza alcun problema, sono apparecchi totalmente affidabili."

"Questo è un evento di grande portata, che richiede copertura e qualità sonora di assoluta qualità," conclude Valdez. "Facciamo affidamento da sempre sui sistemi d&b contando che superino le aspettative di qualsiasi nostro cliente... e questo avviene regolarmente, ogni volta. L'anno precedente avevamo usato un sistema di altra marca al Cosmic Meadow, ma quest'anno il nuovo  GSL non ha mancato di lasciare tutti a bocca aperta, tutto il team dell'organizzazione ha apprezzato a pieno il risultato finale."